La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - LA VITA
1798 - 1810
1811 - 1815
1816 - 1817
1818 - 1821
1822 - 1824
1825 - 1827
1828 - 1831
1832 - 1835
1836 - 1837
1818
Scrive le canzoni All'Italia e Sopra il monumento di Dante.

1819
Scrive le due canzoni Nella morte di una donna e Per una donna inferma, Appunti e ricordi, e gli Inni cristiani (abbozzi).
Crisi religiosa.
Progetta di fuggire da Recanati ma, scoperto dal padre, desiste. Fra quest'anno ed il 1821 compone sei Idilli: La ricordanza (intitolata poi, dal 1831, Alla luna), L'Infinito, Lo spavento notturno (inizialmente titolato Il sogno poi, dal 1835, Odi, Melisso), La sera del giorno festivo (dal 1835 La sera del dì di festa), Il sogno, La vita solitaria.

1820
Scrive la canzone Ad Angelo Mai, pubblicata in quest'anno dall'editore bolognese Marsigli. Fra lo scorcio di quest'anno ed il '21 compone la Telesilla. Inoltre, fra il '20 e il '22: Dialogo. Filosofo greco, Murco Senatore romano, Popolo romano, Congiurati (1820), primi esperimenti, dialoghi e abbozzi che sembrano preludere alle Operette morali; Galantuomo e Mondo (1821); Novella. Senofonte e Niccolò Machiavello (1821-1822).

1821
Compone Nelle nozze della sorella Paolina, A un vincitore nel pallone, Bruto minore. Traduce per la seconda volta la Batracomiomachia.

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net