La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - NEWS
Data e ora di inserimento: (14-11-2018, 11:04:06)

Clicca per visualizzare le immagini associateGiovedì 15 novembre 2018 (h.16.30), alla Biblioteca Nazionale di Napoli, sarà presentato il libro di Luigi Capitano, "Leopardi. L'alba del nichilismo", Salerno, Orthotes, 2016, pp. 982. Ne discuteranno con l'Autore Roberto Lauro e Antonio Panico. Coordinerà l'incontro Fabiana Cacciapuoti.

Questo volume mostra quanto il pensiero di Leopardi sia ancora vivo e in grado di gettare luce sui destini dell’Occidente. «Da dove proviene il più inquietante dei nostri ospiti?», chiedeva Nietzsche.
Il poeta-pensatore di Recanati è stato il primo a suggerire delle risposte che aprono squarci illuminanti e premonitori sui grandi rivolgimenti della modernità e su un mondo che appare sempre più desertificato dalla ragione tecnica e calcolante. Leopardi si rivela non solo il più radicale precursore della nostra epoca, ma anche il primo inavvertito genealogista del «nichilismo europeo». I preludi di tale complesso fenomeno, che rimandano in parte alla sapienza negativa degli antichi, vengono rintracciati in una stratificata crisi del senso e dei fondamenti che finisce col sovvertire il primato ontologico dell’essenza.
Da questa serrata ricostruzione della modernità spinta fino alle soglie della contemporaneità emerge l’immagine di un Leopardi spaesato (e ribelle) metafisico all’alba di un mondo «fatto a rovescio». Ma la scoperta leopardiana dell’assurdo, lungi dal cedere l’ultima parola alla disperazione, lascia una finestra aperta sul «paese delle chimere». Tutto il dramma di un’anima e di un’epoca si gioca così fra gli abissi opposti del nulla (poetico) e del niente (razionale).
Accanto a un suggestivo scavo sulle figure orientali del nihil positivum, questo rimane l’esito forse più sorprendente di un’indagine poderosa che riesce peraltro a misurarsi con le massime interpretazioni del nichilismo leopardiano (da Nietzsche a Severino).

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net