La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - NEWS
Data e ora di inserimento: (10-11-2018, 11:08:49)

Clicca per visualizzare le immagini associateSu iniziativa del Circolo culturale "Galileo" di Trepuzzi (LE) è stato pubblicato il volume Intelligere et agere - Agere et intelligere a cura di Salvatore Capodieci, che festeggia i 70 anni di Pantaleo Palmieri.
Raccoglie i contributi di 15 studiosi che rendono conto dei vari settori, da Dante a Monti, Leopardi, Carducci, di cui si è occupato il festeggiato. Il volume è disponibile presso la Biblioteca del Centro Nazionale di Studi Leopardiani.


Pantaleo Palmieri,
nato a Squinzano (LE) il 28.08.1948; residente a Forlì.
Ha conseguito la Laurea in Lettere con Mario Marti presso l'Università degli Studi di Lecce (1970) e il perfezionamento in Filologia Moderna alla Scuola bolognese di Raffaele Spongano (1976).
Docente di Materie letterarie per 16 anni nella scuola superiore, dal 1986 al 2006 preside nei licei. Dal sett. 2006 è in pensione.
È socio dell'Arcadia-Accademia nazionale (Elmiro Dipeo), dell’Accademia dei Filopatridi di Savignano, dell’Accademia Pascoliana di San Mauro Pascoli, dell’Accademia dei Benigni di Bertinoro, del Centro Nazionale di Studi Leopardiani e del Centro Mondiale della Poesia di Recanati.
È Presidente dell’Associazione culturale forlivese “Nuova Civiltà delle Machine” e membro della redazione dell’omonima rivista (ed. ERI-RAI). In questa veste è stato tra gli organizzatori del Convegno “Spazi e confini del romanzo” (Forlì, 3-6 marzo 1999).
È redattore capo della collana “Quaderni Piancastelli” (ed. il Mulino) che pubblica saggi e studi condotti attingendo al Fondo Piancastelli della Biblioteca Comunale “A. Saffi” di Forlì.
È membro del Comitato scientifico per la Nuova Edizione Nazionale delle Opere di Carducci.
Collabora con saggi e recensioni (che spesso, fregiandosi di nuove acquisizioni frutto di puntuali ricerche d’archivio, assumono la misura e l’aspetto del saggio) a:
«Studi e problemi di critica testuale»;
«Giornale Storico della Letteratura Italiana»;
«Archivi del Nuovo»;
«Italianistica»;
«Lettere Italiane»;
«Il lettore di provincia» (ed. Longo, Ravenna);
«Il Risorgimento»;
«Studi Romagnoli», ecc.

Studioso di impostazione filologica, si è occupato di Dante, Benvenuto da Imola, Vincenzo Cuoco, Pietro Giordani, Vincenzo Monti, Giacomo Leopardi (soprattutto nei rapporti con i contemporanei e coi componenti della sua singolare famiglia), Alessandro Manzoni, il bibliofilo e bibliografo erede delle carte Borghesi Giacomo Manzoni, la Scuola classica romagnola, Giosue Carducci, Dino Campana, Renato Serra, Manara Valgimigli. Negli ultimi anni ha concentrato le sue ricerche sul versante classicistico della nostra civiltà letteraria, con particolare attenzione alla linea Monti-Leopardi-Carducci.

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net