La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - NEWS
Data e ora di inserimento: (01-03-2016, 09:47:59)

Clicca per visualizzare le immagini associatePantaleo Palmieri & Angelo Fregnani, “Leopardi a Bologna”, Faenza, Fratelli Lega Editori, 2016, pp. 80.

La plaquette, stampata in 500 copie, di cui 150 numerate, raccoglie, preceduti da una lettera-introduzione di Rolando Damiani, tre saggi di Palmieri, i primi tre, e uno, il quarto, di Fregnani: il primo rilegge il soggiorno bolognese del ’25-26 come un’esperienza vissuta all’insegna della conquista di una pienezza di vita; il secondo corregge la datazione ‘vulgata’ della composizione del Frammento apocrifo; il terzo disegna con mano leggera un siparietto in cui insieme con Leopardi sono in scena Vincenzo Monti, la figlia Costanza, il genero Perticari, traendone considerazioni di ordine filologico; il quarto fa luce su un episodio del soggiorno bolognese rimasto sinora indecifrabile. Nell’insieme disegnano un ritratto inedito di Leopardi uomo e intellettuale, sullo sfondo di vicende storiche poco note, se non addirittura rimosse.

Sommario
(a mo’ di presentazione)

ROLANDO DAMIANI, Caro Pantaleo

PANTALEO PALMIERI
Il segmento bolognese dell’Epistolario Leopardiano

Fuori sacco (ma non troppo)
Sulla datazione del Frammento apocrifo
Un dipinto, un sonetto, una variante

ANGELO FREGNANI
Giordani, Leopardi e l’affare d’Israello

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net