La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - NEWS
Data e ora di inserimento: (05-01-2012, 12:51:33)

Clicca per visualizzare le immagini associateIn libreria: Emilio Bigi, “Una vita più vitale. Stile e pensiero in Leopardi”, a cura di Cristina Zampese, introduzione di Luigi Blasucci, pp. 186.
Nella collana del CNSL “Testi e studi leopardiani”, edita da Marsilio, Venezia, dicembre 2011.


Scomparso il 13 febbraio 2009 all’età di 93 anni, Emilio Bigi ha lasciato un segno profondo nella storia del Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati, collaborandovi fin dal 1960 come membro della Commissione scientifica dei Convegni internazionali, del Comitato direttivo del Centro e poi della Giunta nazionale per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Leopardi; il 29 giugno 2001 fu insignito del Premio “Giacomo Leopardi”, riconoscimento che ogni anno, nella ricorrenza del giorno natale del Poeta, il CNSL, insieme alla Città di Recanati e al Centro Mondiale della Poesia, conferisce a una personalità della cultura italiana e internazionale.
In omaggio alla Sua memoria, la collana del CNSL “Testi e studi leopardiani”, pubblicata dall’editore Marsilio di Venezia, ha accolto questo volume postumo, a cura di Cristina Zampese fedele discepola del Maestro, che riunisce nove saggi apparsi in varie sedi tra il 1990 e il 2002. Il titolo riprende la definizione leopardiana di “vita vitale” corrispondente a quella “poetica della vitalità e dell’energia” che è sottesa agli studi qui raccolti e che è simbolicamente visualizzata dal disegno di Leopardi fanciullo scelto per la copertina: un esercizio calligrafico raffigurante un cane in corsa.
Nell’introduzione, Luigi Blasucci ripercorre e analizza, con la consueta maestria, le tappe della lunga carriera di Bigi leopardista, mettendone in luce la lezione di sempre viva attualità. Segue una puntuale presentazione di Cristina Zampese (“Una malinconia viva ed energica”) corredata da una “nota ai testi”.

EMILIO BIGI (1916-2009) ha insegnato nelle Università di Trieste, Pisa e Milano. Condirettore del “Giornale storico della letteratura italiana”, fu studioso rigorosamente attento alle ragioni del testo. Restano fondamentali, oltre agli studi leopardiani (solo in parte raccolti in Dal Petrarca al Leopardi, 1954, e in La genesi del “Canto notturno” e altri studi sul Leopardi, 1967), i lavori su Dante, su Petrarca, su autori e opere del Quattrocento (Boiardo, Lorenzo il Magnifico, Poliziano), sull’Orlando furioso di Ariosto, su estetica e critica del Settecento.


Per leggere l’indice del volume, cliccare sull’immagine della copertina

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net