La Vita
Cronologia delle opere
I Canti
Le Operette Morali
Lo Zibaldone
Diario Del Primo Amore
Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl'Italiani
Pensieri
Recanati città della poesia
CNSL (Centro Naz.le di Studi Leopardiani)
Centro Mondiale della Poesia
Parco Letterario
Giunta Naz.le Leopardiana
Cattedre Leopardiane
Casa Leopardi e Casa Antici
Avvenimenti
Iconografia
Città
Lettere autografe
Laboratori
Multimedia
L'infinito nel mondo
Home - NEWS
Data e ora di inserimento: (27-06-2010, 20:28:47)

Clicca per visualizzare le immagini associate(Nelle immagini l'invito alle celebrazioni 2010)

Secondo un’antica tradizione, il prossimo 29 giugno si celebrerà a Recanati l’anniversario della nascita del Poeta, il CCXII.
Si annuncia particolarmente denso il programma delle manifestazioni nell’Aula Magna del Comune, con inizio alle ore 18.

Dopo i saluti della Contessa Anna Leopardi e delle Autorità, e dopo le introduzioni del Sindaco di Recanati e del Presidente del CNSL, il professor Sergio Givone, titolare della cattedra di Estetica e Prorettore della Università di Firenze, terrà una conferenza dal titolo “La necessità più trista di tutte”, espressione tolta da una lettera che Giacomo scrisse al padre il 30 ottobre 1836, dalla Villa Ferrigni presso Torre del Greco, dove era stato ospitato dai parenti di Antonio Ranieri, per metterlo al riparo dal colera che infestava Napoli.
A Givone sarà anche conferito il Premio “Giacomo Leopardi”, consueto riconoscimento a una personalità della cultura segnalatasi nel campo della leopardistica. Riportiamo la motivazione scritta da Alberto Folin, membro del Comitato scientifico del CNSL:

Allievo del grande Luigi Pareyson, Sergio Givone è il filosofo italiano contemporaneo che più di altri ha avvertito la fine delle grandi narrazioni, orientando il pensiero verso orizzonti che trovano i loro contenuti fuori di sé: nell’arte, nel mito, nella rivelazione religiosa. Pur non riconoscendosi totalmente nell’area dell’ermeneutica, per Givone l’impegno del filosofo consiste nell’interrogarsi sul senso delle “cose ultime”, anche a fronte di un mondo, come l’attuale, che non sembra più sopportare i grandi “sistemi del sapere” della metafisica occidentale. Solo scorrendo i titoli delle sue opere più importanti ('La storia della filosofia secondo Kant', 1972; 'Hybris e melancholia', 1974; 'William Blake. Arte e religione', 1978; 'Ermeneutica e romanticismo', 1983; 'Dostoevskij e la filosofia', 1984; 'La questione romantica', 1988; 'Storia del nulla', 1996), ci si può render conto di come convivano in Givone una sensibilità speculativa che interroga il tragico moderno, e insieme l’attenzione nei confronti della poesia e della narrativa. Non a caso, Givone recentemente ha scritto alcuni romanzi, come 'Nel nome del dio barbaro' e 'Non c’è più tempo'. Si è occupato di Leopardi mostrando – contro l’interpretazione di Emanuele Severino – quale potente luce promani dal “solido nulla” del grande Recanatese.

Seguiranno le presentazioni di due importanti pubblicazioni del CNSL, alle quali sarà anche dedicata una conferenza stampa nella mattinata dello stesso 29 giugno.
La prima è costituita dagli Atti del XII Convegno Internazionale di Studi Leopardiani, svoltosi a Recanati dal 23 al 26 settembre 2008, su La prospettiva antropologica nel pensiero e nella poesia di Giacomo Leopardi, con una straordinaria partecipazione di studiosi italiani e di altri Paesi. Ne è risultato un volume di 655 pagine, a cura di Chiara Gaiardoni e con una prefazione di Fabio Corvatta, edito, come gli Atti dei precedenti Convegni, dalla Casa editrice Olschki di Firenze. Esso comprende 40 contributi di specialisti di diverse discipline e diverse generazioni, gli interventi a una Tavola rotonda e una poesia inedita di Gianni D’Elia, ispiratagli dal soggiorno recanatese e dalla partecipazione al Convegno.
La seconda riguarda il fascicolo appena uscito della Rivista Internazionale di Studi Leopardiani, che da quest’anno è divenuta organo ufficiale del CNSL, con la direzione del prof. Emilio Speciale, Presidente della Società “Dante Alighieri” di Zurigo, e di Fabio Corvatta Presidente del CNSL. La rivista – di cui uscirà un numero all’anno, in coincidenza con i festeggiamenti per l’anniversario della nascita del Poeta – è l’unica interamente dedicata a Leopardi ed è retta da un Comitato scientifico internazionale che comprende tutti i membri del nostro Comitato. Questo fascicolo del 2010, primo della nuova serie del CNSL, contiene otto saggi e una sezione intitolata «Notizie dal CNSL», che – dopo gli omaggi alla memoria di Franco Foschi, Emilio Bigi ed Emilio Peruzzi – informa sulla fondazione, la storia, le finalità, la struttura, le realizzazioni e i progetti del Centro Studi

In chiusura saranno consegnati i premi ai vincitori del XII Concorso “Premio Giacomo Leopardi” per tesi di laurea specialistica/magistrale e di dottorato. Il Concorso viene bandito dal CNSL ogni due anni, con l’intento di promuovere e valorizzare le ricerche di giovani studiosi dedicate all’opera e al pensiero leopardiani. Per questa edizione 2010 la Commissione esaminatrice ha premiato quattro tesi di dottorato e due di laurea specialistica. A una terza tesi di laurea andrà un riconoscimento del Comune di Recanati

Lo spettacolo serale al Giardino del Colle dell’Infinito (ore 21,30) sarà un omaggio congiunto a Giacomo Leopardi e a Fryderik Chopin, di cui quest’anno si celebra il bicentenario della nascita: due grandi geni dell’Ottocento europeo, che troveranno rispondenze e consonanze nell’ interpretazione che ne daranno l’arte pianistica di Lorenzo Di Bella e la voce recitante dell’attore Sergio Carlacchiani. Il titolo suggestivo del concerto di “musica e poesia” da loro ideato è Chopin e Leopardi. Il Poeta del pianoforte, il Poeta dei poeti.

Sempre nell’ambito delle celebrazioni leopardiane, il 26 giugno, nel Museo Civico di Villa Colloredo Mels, sarà inaugurata la mostra Leopardiana del pittore Luca Crocicchi, a cura di Giovanna Maria Carli. La mostra resterà aperta fino al 1o agosto.

P.IVA: 00325900439 - www.leopardi.it - Powered by Mercurio Net